• Liana Celesti

CHI E' MIO FIGLIO?

L'altro giorno mi è capitato di fare una Lettura del Tema Natale per un bambino di 1 anno!

E' stata la prima volta che lo facevo a qualcuno con il quale non potevo interagire direttamente e tutto proiettato sulla comprensione di quello che sarà il suo viaggio animico su questa Terra.

Noi siamo gli artefici del nostro destino, il viaggio animico non è tutto già scritto perché dipende dal nostro libero arbitrio e dalle scelte che ognuno fa per sé.

L'astrologia non è uno strumento per prevedere il futuro (non credo agli oroscopi perché troppo generici e non ad-personam, e si può individuare l'essenza di un'energia futura che ci riguarderà ma non fatti specifici).

Mi tornano alla mente le parole di uno dei miei maestri che diceva che i bambini stessi (e di conseguenza anche i genitori) andrebbero educati alla conoscenza dell'astrologia come strumento da utilizzare per conoscersi e capire chi si è, così come fanno alcuni psicoterapeuti che utilizzano la Lettura del Tema Natale del cliente per abbreviare il tempo di conoscenza profonda della persona e poterla aiutare più efficacemente e in tempi più brevi.

Solo grazie a questa esperienza con un bambino così piccolo ho potuto riflettere io stessa sull'importanza per un genitore di conoscere prima possibile le caratteristiche di personalità, i blocchi e i nodi da sciogliere e la sua indole effettiva, in modo da prevenire e camminare accanto al proprio figlio consapevolmente.

Questa esperienza, così come con altri strumenti di conoscenza, ci aiuta ad accorgerci per tempo di cosa e come possiamo aiutare, comprendere e sostenere i nostri figli senza che cadano in situazioni di dolore, che sprechino tempo ed energia in imprese e strade che non corrispondono al loro desiderio e alla loro Missione di Vita.

Voi mi direte: “va bene ma basta parlare con loro e tutto si capisce!” Ebbene qui chiedo a tutti i genitori, quante volte avete sudato per strappare un'informazione da vostro figlio adolescente? E se più piccino, sicuramente vi è capitato che non era in grado di spiegarvelo perché ancora non lo sapeva nemmeno lui.

La vita è così breve che non si può perdere tempo prezioso a provare cose che non vanno bene e che non portano da nessuna parte.

Certo ogni esperienza è un bagaglio di vita e ci aiuta a formare l'adulto che saremo, ma se solo io, tanti anni fa, avessi saputo cosa faceva paura e faceva piangere la mia nipotina quando si trovava in ambienti nuovi o con persone estranee forse avrei potuto risparmiarle qualche lacrima e aiutarla meglio e più velocemente a capire chi era, quale era il suo Dono, e a non aver paura di quella certa emozione.

Rimaniamo consapevoli nella vita perché ciò che fa la differenza nella qualità dell'esistenza su questo pianeta e in questa dimensione è l'essere in armonia con l'energia della natura e del cielo.

Essere nel flusso della vita ci aiuterà a vivere pienamente e a raggiungere la nostra Realizzazione Animica.

Quindi seguiamo l'istinto e usiamo ogni modo ed ogni via per andare Dentro l'energia del nostro Cammino Evolutivo.

“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”

Liana

Per info e costi vai sul sito: www.isegretidelcielo.it o contattami tramite sito o pagina FB



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti