top of page

MERCURIO E LILITH: UN QUINCONCE DI CONCRETIZZAZIONE

Siamo arrivati ormai quasi alla fine del percorso di Mercurio in Ariete e di Lilith in Vergine, che lascerà il segno a fine giugno dopo un lungo viaggio di 9 mesi... .


Mercurio sappiamo che è più veloce: è entrato in Ariete l'11 di marzo e dopo alcune settimane in cui ha manifestato il suo moto retrogrado nel mese di aprile, è tornato diretto e uscirà dal segno il 15 maggio.


Vediamo però ancora cosa hanno da dirci questi due elementi e punti del Cielo.


Si incontreranno per due giorni (oggi e domani) in quinconce a 24° formando una breve e leggera danza di verifica e chiusura della loro opera.


Prendendosi per mano, si guardano negli occhi cercando nello sguardo dell'altro la conferma che è tutto fatto, che ora è a posto e si può andare verso mete future.


Il Quinconce avviene tra un'energia di terra (Lilith) e una di Fuoco (Mercurio) che ci portano il messaggio: “Rendi concreto e realizza nella pratica tutto ciò che vibra e pulsa dentro di te, ogni sogno e desiderio, ogni idea un po' folle ma creativa. Riordina le idee, valuta, seleziona e crea azione di nascita nuova di un'essenza ancora inesistente”.


Sappiamo che il periodo energetico è positivo, adatto a realizzare ciò che porterà abbondanza e nuovi nutrimenti interiori ed esteriori.


Mercurio nella sua freschezza porta aria frizzante necessaria, entusiasmo, idee e progetti dinamici, porta capacità di comunicare con gli altri e per se stessi la propria essenza, energia, sapienza.


Con lui gli scambi sono favoriti e tutti i messaggi portati a destinazione (sia quelli concreti/materiali sia quelli interiori che vengono portati a livello di coscienza). E' un doppio discorso e lavoro dentro e fuori, per noi stessi e per noi con gli altri.


In tutto questo l'azione di Lilith, che ormai ha distrutto e cacciato tutto ciò che andava eliminato, adesso spinge per farci manifestare il potere in esterno.


Ognuno al suo posto, ognuno con il suo compito e servizio ma tutti pronti finalmente ad entrare in movimento in quell'ingranaggio celestiale che muove l'Universo intero.


Sappiamo tutti, o forse solo una parte delle persone che vivono su questa Terra, che una volta liberata dalla sua rabbia e ferita per l'ingiustizia subita, lei spinge a manifestare in noi il Potere Personale.


Ognuno il proprio dono da portare a Servizio per la realizzazione della nostra vita e di chi ci sta intorno.


Il Servizio non è qualcosa di astratto o etereo ma al contrario qualcosa di molto pratico e visibile: tutto ciò che rappresenta un'azione (lavoro) concreta che si svolge sul piano fisico e che comporta lo svolgimento di un lavoro.


Faccio un esempio: se io di mestiere faccio il medico, lo faccio per me, per guadagnare i soldi per vivere la mia vita, ma allo stesso tempo lo faccio per gli altri, perché li aiuto a stare meglio.

Lo stesso vale per il panettiere o il parrucchiere od ogni lavoro che porta un beneficio per l'umanità.


Abbracciamo questi due angeli preziosi, nutriamoli come facciamo con i passeri d'inverno o d'estate, lasciandogli acqua e semi sul nostro balcone.


Ogni azione di nutrimento in ogni forma, in questo periodo energetico è una pratica di gratitudine e amore indispensabile che fa bene al cuore.


Sentite il calore e la luce ora? Il buio sta passando..


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana Celesti



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page