top of page

NEL GIORNO DEI MORTI...

Energia di connessione e contatto con il mondo dell'Invisibile: la Luna in Cancro forma un aspetto di trigono a Sole, Marte e Mercurio in Scorpione, accendendo i dialoghi con il profondo e con il mondo degli scomparsi.

Energia di chiusura e nuovo inizio, tempo di silenzio e introspezione, di buio e attesa.

In questo lasso di tempo dove le giornate diventano buie presto, il corpo a volte è costretto a stare, a volte per il mal tempo o le giornate corte, mentre la mente fa viaggi astrali a gran velocità.


Il contatto è con la nostra parte più profonda e comunicativa; lo Scorpione contiene oltre Marte e Plutone anche Mercurio, il Messaggero degli Dei, l'unico Dio ad essere in grado di scendere negli Inferi e risalire nel Mondo dei Vivi.


La Luna è la nostra parte emozionale, il modo in cui affrontiamo emotivamente gli eventi e la sua posizione in Cancro ci rende sensibili, suscettibili, paurosi, poco intraprendenti ma molto in collegamento con il mondo dei sogni.

Il sestile con Lilith in Vergine e Giove in Toro accentuano la nostra emotività e reattività.


Sono possibili incontri con altri mondi, visibili e invisibili. Quando incontriamo un essere vivente uomo o animale che sia, che non appartiene al nostro cerchio di conoscenze e di stile di vita in un certo senso stiamo ugualmente incontrando qualcuno che viene da un mondo diverso e lontano.


Ieri sera sono rimasta a bocca aperta ad osservare una delle mie due gatte (quella che viene definita “Stregonza” per le sue doti medianiche) che, salita sul mio altare sciamanico, si è fermata a guardare di fronte a sé l'immagine riflessa nello specchio.

Dapprima si guardava negli occhi, cosa alquanto strana che non ha mai fatto prima, poi guardava attraverso lo specchio il vuoto, lo spazio dietro di lei, seguendo con gli occhi i movimenti di qualcosa che lentamente si muoveva, poi si fermava, poi faceva qualcosa da osservare e si muoveva ancora verticalmente dietro e sopra di lei.


Ovviamente con gli occhi non ho visto nessuno ma osservando i suoi movimenti ho riconosciuto l'atteggiamento di quando è di fronte a delle entità e non ad un insetto talmente piccolo da sembrare a me invisibile.


Non si muoveva, era seduta su due zampe ed è rimasta così a lungo ed in silenzio, altra cosa alquanto strana vista la sua “chiacchierosità” e frenesia.

Sapevo che c'era qualcuno che io non vedevo che si muoveva nella stanza e stanotte è venuto a portarmi in sogno un messaggio.


Potenti questi giorni! Ringraziate, accendete candele, mettete semini e ciotole di acqua, così come fiori o caramelle e dolcetti. Faranno bene ai vostri antenati che vi verranno in visita. Offrite poi tutto alla Terra.


Se allenate la vostra “vista”...”potrete vedere”.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page