top of page

QUESTI GIORNI

Scusate se sono stata un po' assente in questi giorni. Ho partecipato ad un Ritiro Sciamanico al Femminile in Val Camonica e mi sono dedicata al nutrimento di me stessa.


Da anni seguo questo percorso con Morena Luciani Russo: vi invito se siete curiose ad andare a leggere qualcosa di lei, perché ha una Visione molto concreta che ci avvicina alle nostre radici di popolo mediterraneo ed europeo, collegandolo, da antropologa, alla Visione Ancestrale comune che si ritrova in tutte le Antiche Civiltà legate alla Dea Madre.


In questi giorni abbiamo percorso i Sentieri legati alle Dee delle Acque, in una terra ricca di acque, manifestazioni di legami antichi, tracce preistoriche di Incisioni che hanno parlato di simboli potenti legati agli antichi riti. Abbiamo visitato il Parco delle Incisioni Rupestri di Naquane, chiamato così proprio perché significa N (abbreviazione di parco nazionale) e Aquane, le antiche Dee delle acque della Valle.


Fare un'esperienza così, come dico sempre, ti riporta a casa. Ti accorgi che qualcosa vibra dentro di te perché lo riconosci, perché ti fa sentire in Connessione con le altre donne, sorelle che sentono lo stesso che senti tu, e con gli elementi a noi collegati che vibrano con noi.


Potente in questo caso il lavoro con l'Acqua, elemento primordiale generativo, che nel corso della nostra evoluzione ci accompagna a ritrovare quel senso dell'Uno con le Entità Divine Superiori.


Noi siamo fatti principalmente di acqua così come il nostro pianeta. L'acqua vibra, trasmette, trasporta; ci permette di fare il passaggio quando la nostra Anima non incarnata sceglie di tornare nella dimensione terrena, creando luogo di nutrimento, formazione e protezione nella pancia di nostra madre, ma anche di acquisizione degli strumenti che ci serviranno nel mondo concreto attraverso la ricezione empatica e per osmosi della sapienza ancestrale.


L'elemento Acqua, in Astrologia rappresentato dai segni Cancro, Scorpione e Pesci, che simboleggiano il contatto con i mondi invisibili e con il nostro Sé profondo, l'Inconscio, luogo dove risiede il Ricordo del nostro Antico Potere.


Luoghi di Magia, di Emozione, di Sogno, di Empatia e soprattutto di Connessione Divina con il Tutto, il Creato in cui siamo.

Insieme a tutte le donne, sorelle, che condividono la strada con noi ritroviamo la forza e la conoscenza, risvegliamo l'intuito sapiente che ci permette di ascoltare il richiamo della Voce lontana che ci indica il tragitto “per tornare a casa”.


Magia, pura esperienza di magia in sintonia potente con l'energia della Grande Madre Montagna.


Un insegnamento che è tornato potente in questi giorni è la rappresentazione dell' IO come Elemento di Unione: possiamo davvero fare IL BENE DI TUTTI GLI ESSERI VIVENTI, ritrovando e guarendo noi stessi. Non è egoismo o egocentrismo ma AMORE.

Amare noi stessi è amare gli altri.

“..e quindi uscimmo a riveder le stelle...”


Liana



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page