top of page

QUANTI SONO I SEGNI ZODIACALI ? OFIUCO E' IL 13°SEGNO?

L'ATTENDIBBILITA' DELL'ASTROLOGIA OGGI


Nel tempo emerge ogni tanto la questione annosa sull'inesattezza dei Segni Zodiacali.


Settimana scorsa ero alla festa di un Eco-Villaggio sull'Appennino bolognese e mentre eravamo seduti intorno al fuoco sotto le stelle, ho ascoltato la conversazione di due giovanissime ragazze accanto a me che parlavano del fatto che in realtà erano di un certo segno di nascita ma che avevano sentito in rete alcuni esperti dire che i segni di noi tutti sono cambiati: ognuno di noi apparterrebbe al segno dopo per via della Precezione degli Equinozi e del 13°segno Ofiuco.


Non entro nello specifico della conoscenza astronomica che non mi compete ma confermo il fatto che in realtà la visione del cielo a livello astronomico è cambiata nel corso dei millenni e c'è stato uno slittamento rispetto alla posizione delle costellazioni a cui fanno riferimento i segni zodiacali di una trentina di gradi, esattamente la lunghezza di un segno; 30°.


Ciò non comporta il cambiamento però dei segni di nascita in quanto già 2500 anni fa quando è nata l'astrologia, la scelta delle costellazioni da parte dei primi osservatori e studiosi del cielo ha separato le tecniche di valutazione tra astronomia e astrologia definendo l'ultima in un ragionamento puramente simbolico.


Anche se tutti concordano sul fatto che le costellazioni si siano spostate rispetto alla Terra nel corso del tempo, il segno zodiacale con cui ci si è sempre identificati si basa su un sistema astrologico occidentale, non sulla costellazione vera e propria.


Si erano già allora fatte scelte convenzionali che non avevano bisogno di riferirsi strettamente ai movimenti esatti o tecnici dei pianeti e del cielo.


L'Astronomia e l'Astrologia non sono la stessa cosa, ha dichiarato la Nasa e i vari studiosi di astrologia.


Il valore dell'astrologia non è venuto meno e anche dopo migliaia di anni ci rendiamo conto di quanto esso sia efficace. Voglio citare uno scritto di un esperto, Giovanni Pelosini, che afferma:


“...le costellazioni sono insiemi di stelle del tutto virtuali, non necessariamente vicine fra di loro, ma immaginate a rappresentare figure mitologiche sull’altrettanto virtuale sfera celeste. Lungo il percorso dell’eclittica migliaia di anni fa i sapienti della Mesopotamia vollero scegliere 12 figure simboliche sulla base di una ciclicità stagionale (i Segni Zodiacali) che poi andarono a formare un sistema convenzionale geocentrico con 12 settori uguali di 30° ciascuno. Potevano così immaginare che il Sole attraversasse questi 12 settori durante il suo apparente percorso annuale intorno alla Terra. Gli astrologi-astronomi dell’antichità sapevano benissimo che, al di là di una temporanea e approssimativa classificazione astronomica, c’era una corrispondenza solo simbolica tra le costellazioni e i segni zodiacali...”.


Allo stesso modo può essere considerato il 13° segno zodiacale che periodicamente emerge tra le news come nuova scoperta o necessario cambiamento da fare tra i 12 segni dello zodiaco.


L'astrologo Rick Levine ha chiarito che: “Ofiuco non ha nulla a che fare con l'astrologia. Non è un problema di astrologia. Ha a che fare con le stelle: non è un segno, è una costellazione.... l'astrologia occidentale si basa sui segni zodiacali e non sulle costellazioni vere e proprie. Anche i praticanti dell'astrologia siderale/vedica, più strettamente allineata con le costellazioni, non includono questo "13° segno" …”.


Considerando le caratteristiche di Ofiuco, chiamato anche Serpentario, possiamo osservare come sia già compreso nel segno dello Scorpione, per cui la sua assenza non comporta una mancanza di aspetti da valutare e considerare nei contenuti personali ed energetici.


Lascio a voi il compito di cercare ulteriori informazioni, addentrarvi nel tema per cercare una risposta più approfondita.

Nel frattempo credo sia importante rendersi conto che l'Astrologia e i suoi segni sono ad ora attendibili e funzionali ai percorsi di conoscenza, come si può constatare ogni volta che si va più nello specifico con un consulto.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana Celesti – Astrologa karmico/evolutiva



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Σχόλια


bottom of page