top of page

DUE VERTICI NEL CIELO

Nel Cielo di oggi 20 agosto, assistiamo alla formazione di due vertici pazzeschi! Uno di un potente Yod e l'altro di un particolare aquilone che si forma.


Non che l'aquilone di per sé abbia un significato particolare per quel che ne so; so però che quando si creano forme particolari il Tema del Giorno vuole mostrarci qualcosa.


Senz'altro l'aquilone pone l'attenzione sui numerosi trigoni di Terra tra Marte/Mercurio Vergine, Urano in Toro e Plutone r in Capricorno, con l'intervallo che forma il triangolo alla base con i sestili tra Toro e Capricorno e Nettuno r in Pesci.


Accanto si evidenzia lo Yod Sole/Lilith in Leone, Nettuno r in Pesci e Plutone r in Capricorno.

Potete osservare l'immagine: che sensazione vi da?


A me porta verso la Realizzazione e la concretezza dei passaggi attraversati fin qui. Il futuro è l'obiettivo principale, inteso come individuazione esatta della Via che più mi realizza in questo cammino. Per Realizzazione intendo ciò che più mi rende felice in armonia con tutti gli esseri viventi che si muovono sul mio stesso pianeta Scuola.


Il vertice dello Yod è potentemente rappresentato dal Sole a 27° ancora in Congiunzione a Lilith a 25°; ho parlato in maniera specifica il giorno 17 agosto della congiunzione Sole/Lilith in Leone.


Ora si forma questo Yod che è un ulteriore passaggio verso lo scioglimento karmico delle ferite antiche ed in particolare di quella con il padre.


La concretezza della realizzazione ci porta in dono l'uscire dagli schemi di dipendenza capendo che il recupero del lignaggio d'origine, della sua energia, delle sue caratteristiche e dinamiche servono a compiere un altro passo verso l'individuazione di noi stessi: Noi, discendenti da quell'albero genealogico, grati per essere stati portati qui su questa Terra a compiere il nostro cammino e grati per tutti gli insegnamenti e i doni appresi, dobbiamo distinguerci.


In effetti noi siamo frutto di quell'albero ma allo stesso tempo siamo un essere nuovo e separato che ha il diritto ed il dovere di distaccarsi, distinguersi e intraprendere la propria via e manifestare il proprio compito, la Mission al mondo.


Allora questo Yod ci mostra il nostro potere personale e le nostre caratteristiche da evidenziare, la nostra personale visione della vita e del mondo e la sapienza acquisita; tutto si unisce nell'elemento Amore dei Pesci da far emergere.


Ripuliamo e distinguiamo ciò che la nostra origine ci ha insegnato e può essere utile e giusto e ciò che invece va restituito a chi spetta o semplicemente lasciato andare perché non serve più.


Il Cielo ci accompagna in un cammino profondo di consapevolezza preparandoci ai prossimi passaggi che metteranno altri movimenti e inviteranno ad ulteriori trasmutazioni.


E' tutto perfetto così.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page