top of page

GIORNI VIBRANTI – LO YOD

Usciamo da questi giorni così vibranti quasi senza fiato. Le mie giornate intorno all'Eclisse di Sole e alla Luna Nuova in Bilancia sono state una vera esplosione di emozioni, sincronicità, segni!


Avrei bisogno di riposo, di silenzio, per digerire, per interiorizzare, per integrare e comprendere tutti i passaggi potenti vissuti.


Il Cielo però ha altri progetti e continua ad andare avanti, presentandoci un altro disegno stellare potente.

Nella giornata di oggi possiamo osservare che il Sole in Bilancia congiunto a Mercurio che lo raggiungerà fra pochi giorni allo stesso grado formano un doppio Quinconce che converge nello stesso punto chiamato YOD, con due pianeti lenti: Urano R in Toro e Nettuno R i Pesci.


Si potrebbe pensare che osservare i transiti del giorno serva a poco vista la velocità di alcuni movimenti. NON è così.

In realtà ogni passaggio lungo o breve che sia lascia in noi una traccia che in qualche modo ci condiziona, ci influenza, ci segna.


Proviamo a pensare alle esperienze che facciamo nella nostra vita incontrando persone e vivendo fatti che entrano in contatto con noi. Anche quando l'esperienza o la relazione cessa, rimane il ricordo bello o brutto che va interiorizzato, a volte superato e che ci portiamo dentro per un po'. Questo vale anche per i pianeti e gli incontri che fanno nei loro viaggi interstellari.


Va da sé che uno Yod che si forma in un giorno nel cielo e che dopo poco si scioglie perché i pianeti si distanziano, avrà bisogno dentro di noi di un tempo maggiore di quei pochi giorni in cui lo abbiamo visto effettivo in Cielo per essere risolto.

Lo Yod di questi giorni vuole insegnarci a risolvere il passato, le nostre ferite antiche che determinano insicurezza, a volte ansia anche ora che siamo adulti e che dovremmo essere padroni del nostro mondo emozionale interno e che invece a volte si manifesta squilibrato; e così ci facciamo prendere da paure apparentemente illogiche che ci rendono insicuri.


Non sappiamo quale scelta fare, quale direzione seguire, dove trovare il coraggio e la forza di andare con fiducia verso il futuro e cosa sia meglio per noi. Tutto questo ha origine da lontano. Da qualcosa che non abbiamo creato noi e che è partita dai nostri antenati.

Solo andando a fondo a queste sensazioni possiamo comprendere e trovare la via d'uscita.


La Luna in questi giorni è entrata in Scorpione, formando un aspetto di Quinconce con Kirone R in Ariete: non ci aiuta, non ci facilita la visione perché la parola che la domina è paura ed emotività. Quindi ci fa vivere segretamente un disagio che nel silenzio si ingigantisce e che non riusciamo ad esprimere fuori.


Passerà, la Luna è veloce e presto uscirà dall'energia di paura e segreto in cui si trova ora. Ci donerà invece la possibilità di accorgerci che è importante essere presenti a se stessi e al proprio sentire per non essere rapiti da angosce non motivate.


La risoluzione e la chiarezza in noi e nelle nostre relazioni sarà la chiave determinante per sciogliere positivamente questo passaggio e prepararci alla tappa successiva.


Tutto ci rafforzerà e ci farà sentire pronti a percorrere il sentiero della nostra vita.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle”


Liana



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page