top of page

GLI ASSI SOTTO PRESSIONE

I movimenti intensi di questi periodi e in particolare di questo ultimo periodo dopo l'eclissi del 28 ottobre sono ancora facilmente percepibili.


Stiamo procedendo verso la chiusura dell'ultimo corridoio di Eclissi che avverrà con la Lunazione prossima del 13 novembre.

Più trascorrono i giorni e ci allontaniamo dalla data dell'eclissi più l'intensità via via si attenua.


A mantenere vivo il processo di rilascio e chiusura dei cicli del passato è però il lavoro di alcune opposizioni incrociate e concomitanti in due assi in particolare.


Parliamo dell'Asse Toro/Scorpione coinvolto direttamente dall'ultima eclissi e di quello Pesci/Vergine che vede presenze importanti.


Nel primo osserviamo che il trio Sole, Marte e Mercurio in Scorpione si trovano di fronte in un'energia opposta Giove R e Urano R; questo asse ha terminato quest'anno il lavoro di scrematura e definizione fatto dai Nodi Lunari che ci hanno invitato a seguire la direzione dallo Scorpione al Toro, dal buio alla luce, sottolineando l'importanza di abbandonare il controllo manipolativo con cui tentiamo di voler affermare il nostro potere personale.


Non occorre, non è la linea giusta da seguire: troppo controllo mentale e calcolo ci porta alla tendenza avida di voler primeggiare e manipolare gli eventi a nostro vantaggio allontanandoci dal nostro sentire, mentre la giusta via della saggezza ci invita ad essere assertivi senza imposizioni e manipolazioni, rispettando le regole si, ma anche imparando a lasciar andare quegli attaccamenti che ci ancorano al passato e non ci fanno fluire leggeri verso il futuro.


Lasciar andare gli attaccamenti vuol dire non solo quelli materiali o legati al denaro ma anche quelli legati alla percezione di noi stessi, le credenze che ci fossilizzano in un'immagine di noi, in un taglio di capelli sempre uguale, in un atteggiamento che ormai segue da tempo lo stesso copione e non ci porta nessuna ventata di novità.


Lo Scorpione ha un compito importantissimo quando lavora all'ottava superiore che è quello di insegnarci e aiutarci a gestire il nostro potere senza paura e senza cadere in nessun abuso: la parola abuso non è casuale perché lo Scorpione che vibra all'ottava più bassa può vedere manifestato nella realtà quotidiana l'abuso in vari temi della vita come il sesso, il potere, l'avidità, l'emotività con atti eccessivi di rabbia e aggressività, la manipolazione, le bugie, i segreti, il controllo.


Quando però evolve e la sua frequenza si innalza ecco che ha tutte le doti necessarie proprio per gestire il viaggio più profondo nel buio e poi la rinascita verso l'alto, è capace di vivere e gestire le dinamiche e le tensioni, di progettare azioni di intervento e portarle a realizzazione perché ha il dono di saper manovrare il potere e il comando, e diventa una dote molto preziosa.


L'altro asse coinvolto in una doppia opposizione è quello Pesci/Vergine che vede Lilith ai primi gradi della Vergine opposta a Saturno e Venere agli ultimi opposta a Nettuno R.


Anche qui torna il tema del controllo, del calcolo mentale, della razionalità che viene però indirizzata nelle ottave alte come qualità da usare per il Servizio. Quest'ultimo in realtà è la Mission che ogni essere umano deve compiere su questa terra per raggiungere il suo opposto Divino che fa tanta paura quando ancora non si è pronti.


Anche qui emerge il contrasto tra l'impulso ed il controllo , tra la passione immediata e intensa e la pacatezza di un amore divino superiore.


Ognuno di loro è a sua volta stimolatore e stimolato del suo corrispettivo opposto, all'interno di una musica universale perfetta.


Affrontiamo la paura e concediamoci di fare esperienza diretta con una visione aperta e innovativa, rimanendo in contatto con le nostre più alte percezioni e acquisizioni di saggezza.

“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page