• Liana Celesti

I GIORNI DEL TRIGONO D'ARIA TRA MARTE E SATURNO

In questi giorni capita a qualcuno di osservare nella nostra quotidianità un atteggiamento distaccato, disincantato misto a momenti di melanconia e a tratti di amarezza per qualcosa che ormai è andato, che non c'è più.


Assaporiamo la triste e cruda sensazione che Indietro non si torna; ci vengono alla mente attimi e vissuti di un passato che ricordiamo con dolcezza, ma anche allora, pensandoci bene, non eravamo affatto felici, eppure ci pensiamo con nostalgia.


Mi sono trovata proprio ieri a descrivere ad un'amica la sensazione di Vuoto che provo in questi giorni, la stessa provata quando ho attraversato momenti di lutto di vario tipo (per es. con la morte di una persona cara o quando mi sono trasferita lontana dalla mia città di nascita e dal mio mondo, e mi mancava terribilmente sapendo che non lo avrei vissuto mai più).


Analizzando bene la mappa del cielo si può vedere come si sia formato un potente Trigono d'Aria tra Saturno retrogrado in Acquario, che tra l'altro è anche in quadratura a Urano retrogrado in Toro, e Marte in Gemelli; il primo ci ripropone karmicamente vecchi vissuti del passato che vanno liberati e che ci riportano a vecchi dolori e ferite.

La sua posizione in Acquario ma in retrogradazione, ci mostra l'intenzione di liberazione e indipendenza dagli attaccamenti e dalle vecchie ferite ma ci dice anche che non è ancora il Tempo, che dobbiamo stare ancora un po' li in questa sensazione malinconica prima di poter tornare a costruire, a mettere le fondamenta e a lavorare per erigere in noi la Casa, come fossimo delle lumachine che la porteranno sulle spalle per il resto del cammin di vita.


Marte in Gemelli ci fa essere più distaccati da tutto questo trambusto emotivo pieno di ricordi dolorosi e anzi ci da l'aiuto necessario affinché possiamo trovare il modo di esprimere, comunicare, trasmettere le nostre idee e i nostri intenti e passare ad una chiarezza e conoscenza più limpida.


In tutto questo Lilith dal segno del Cancro forma un Quinconce con Saturno retrogrado in Acquario, la fecondazione delle nostre idee profonde, e continuerà ancora per i prossimi mesi a lavorare e a scavare nel profondo del nostro mondo interno ed emotivo; con lei riassaporiamo i vecchi schemi familiari con cui siamo cresciuti, così noti al nostro inconscio da essere ormai meccanici ma fermi in posizioni ristagnanti.


Qualcuno potrà dire: “ma ancora con queste ferite e dolori che vengono dal passato? Ma quando finisce?”


Lo so, è faticoso e pensandoci bene anche un po' deprimente. Ma il cammino è così e non possiamo fare altro che stare in quello che l'Universo ci propone, imparando ad arrenderci ai sentieri che il Cammino Evolutivo ci indica per liberarci finalmente dal dolore ed essere felici.


Poi felici è una parola grossa!!! Non possiamo di certo aspettarci che finiscano tutti problemi e le sofferenze e non accada più niente di brutto!?!!

NON FUNZIONA COSI'!


Possiamo diventare più consapevoli, più presenti a noi stessi e sentirci più appagati anche nei momenti difficili della vita che allora verrà vissuta pienamente nel suo flusso.


Se penso a me e alle tante persone che mi circondano, mi accorgo che non siamo ancora pronti, che abbiamo tanto ancora da liberare dal karma e che, in alcuni casi, le persone non sono ancora abbastanza aperte, disponibili e flessibili a lasciarsi trasformare dalla vita.


Non è tempo di pretendere che finisca ma è necessario mettersi nella modalità del Cambiamento affinché arrivi presto la trasformazione necessaria ad alleggerire queste sensazioni “sospese”.


Il mese di ottobre ci porterà alcuni passaggi che cominceranno a farci sentire meno pressati e un po' più sereni. Ne parleremo nei prossimi giorni.


Voi come state?


“....e quindi uscimmo a riveder le stelle...”


Liana – www,isegretidelcielo.it


48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti