top of page

I SEGNI DEL CIELO

In questo ultimo periodo osservo una densità di Yod e aspetti particolari in cielo. Veniamo da una successione a cavallo della Luna Piena di due Yod che hanno avuto una stessa radice di pianeti ma alcune variazioni e che hanno occupato per giorni la scena.


Il messaggio è sempre lo stesso: gli antenati stanno chiamando per essere liberati.


E' interessante a mio avviso perché la frequenza con cui riceviamo questi messaggi dalle altre dimensioni è alta e i messaggi forti e chiari ma anche continui. Segno forse che urge un cambiamento di paradigma e stanno cercando di dircelo in tutte le maniere.


I messaggi dagli antenati non arrivano solo dalle posizioni Celesti dei pianeti ma anche dai sogni, dalle visioni che si possono ricevere durante le meditazioni, i viaggi sciamanici o le pratiche di connessione con il mondo ultraterreno.

Personalmente li ho ricevuti in occasione di alcune pratiche di medianità in cui persone a me care sono venute a portarmi in dono, nei giorni scorsi, dei messaggi di chiusura chiari che sono stati poi confermati, senza sapere nulla e senza accordi, dai messaggi ricevuti in sogno da una persona a me cara che ha rivisto e aggiunto dei particolari alla mia visione.

I numerosi Yod che si formano nel cielo, così come i significati e le posizioni di alcuni elementi e pianeti nel cielo, continuano a mandarci questo messaggio: OCCORRE CAMBIARE PARADIGMA E ALZARE IL LIVELLO DI FREQUENZA.


Forse ci vogliono preparare per l'ingresso di Plutone in Acquario (definitivo dalla fine del prossimo anno) che sancirà il cambio di era, di mentalità e di vita? Molto probabile.


Oggi la formazione nel cielo è alquanto particolare ed interessante. Esattamente siamo in presenza di un duplice quinconce (ricordo che si tratta di quell'aspetto che comprende i 150°) tra Sole Sagittario e Giove R in Toro esattamente a 7° e di un altro tra Marte in Sagittario e Luna in Cancro a 3°.


I più attenti di voi diranno: ma come? Sono due vertici separati quindi non è uno Yod. Giusto, almeno se ci fermiamo rigidamente a rilevare l'aspetto tecnico.


Ma in Astrologia e, meglio ancora, con le energie non c'è nulla di rigido. Occorre ampliare la visuale e la visione che deve essere intuitiva e più ampia.


Tutto è simbolico, niente è esatto e rigido così come noi. Tutto è in movimento e tutto si trasforma. Il cielo è come un organo vivo, un cuore o un polmone che pulsa e che varia stato di salute e di energia a seconda delle condizioni in cui si trova.


Ma tutto è assolutamente significativo e comunicante.


Il Sole e Marte sono alla distanza di 4° e formano una congiunzione proprio perché vicini. In una visione pulsante e percettiva dell'energia si capisce che i due in questo passaggio sono uniti, come fossero corpo unico.


E da qui immaginiamo allora un altro Yod. Stavolta comprende il maschile ed il femminile (Sole e Luna), la forza, l'energia e la determinazione e la nostra fiducia lesa o assopita che va risvegliata. Giove come Saturno quando si trovano in aspetto e sono retrogradi (ricordo che il movimento è solo apparente) ci portano in dono l'attenzione alle esperienze karmiche del passato che ci fanno rivivere per darci la possibilità di risolverle e liberarle.


Giove ci parla maggiormente della linea maschile o paterna dell'albero familiare che si può manifestare con la ripetizione di dinamiche che possono presentarsi nelle relazioni attuali con il nostro partner, il nostro capo o comunque una persona di genere maschile che fa parte della nostra quotidianità e che ci permette di rivedere.


E' come quando, per chi come me è appassionato di lettura, ogni volta che si rilegge un libro vi si leggono elementi nuovi.


Presto saremo in una vibrazione di coscienza collettiva molto diversa, tutto ci prepara e ci allena per essere pronti. Senza paura e con fiducia in noi e nell'Universo.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”

Liana




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page