top of page

IL SOLE – MANIFESTAZIONE DELL'IO

Il Sole compie il giro dello Zodiaco in 365 giorni, 1 anno intero. Attraversa tutte le energie rappresentate dai vari Segni che si susseguono nella ruota zodiacale, vivendo l'occasione di aggiungere un tassello evolutivo secondo ogni specifica energia che ci compone.


Come dico sempre alle persone con cui facciamo le letture del Tema di Nascita, dobbiamo realizzare il Sole del Segno in cui nasciamo perché alla nascita lo siamo solo in potenza e per far ciò dobbiamo compiere il giro evolutivo di completare la nostra esistenza attraverso l'integrazione e il riconoscimento di tutti i segni che ci compongono e che rappresentano una parte di noi.


Oggi il Sole raggiunge l'ultimo grado del segno del Leone, il 29° o grado Anaretico: la difficoltà di questa posizione si intensifica a mio avviso maggiormente in quei casi in cui la personalità è meno flessibile, meno capace di mettersi in discussione o più bisognosa di mantenere invariate le condizioni esterne ed interne.


In questo momento che il Sole rappresenta ancora l'energia leonina, sicuramente fatica a lasciar andare l'idea della sua immagine e del suo ruolo, per paura di perdere il riconoscimento di sé davanti al mondo e dentro se stesso ed accorgersi di aver paura di non essere sicuro pienamente del suo valore. Ovviamente ci sono vari livelli di frequenza che rendono i cammini leonini, e di tutti gli altri segni, diversi di “step” se così si può dire, nel senso che non tutti vibriamo alla stessa frequenza e naturalmente il viaggio di consapevolezza e acquisizione degli stadi evolutivi più alti dipende dal punto di partenza, dalla nostra Anima.


Il Sole ha proseguito il suo cammino di qualche passo, lasciando indietro Lilith di qualche grado e divenendo il protagonista unico dello Yod con Plutone R in Capricorno e Nettuno R in Pesci: forse dovevamo proprio fare questo passaggio, trovare l'energia e poi indirizzarla verso la parte principale e protagonista di noi stessi, noi Re e Regine della nostra esistenza.


L'opposizione di Marte in Vergine a 27° con Nettuno R in Pesci mette l'accento sul Cosa Fare e ci aiuta a comprendere meglio lo Yod e come liberarlo: se non sciolgo le zavorre che non mi fanno brillare e vibrare più in alto come potrò governare la mia vita? Se ancora alcuni veli del karma antico oscurano il cammino, come posso realizzare la mia vita e manifestare chi sono di fronte al mondo?

Sono davvero libera/o dai condizionamenti autoritari ed egoistici di chi doveva proteggermi e accompagnarmi a volare e non ne è stato in grado?


Dobbiamo guardarci negli occhi e ripeterci che “Io non sono come lui/loro, anche se so che non c'è stata alcuna cattiveria ma solo incapacità”.


La forza dell'Autorità e del Maschile che agisce e decide, posso trovarla in me e utilizzarla finalmente a mio vantaggio e a buon fine.


Facciamo brillare la nostra corona, realizziamo chi siamo, manifestiamo il nostro Potere a vantaggio del nostro bene e di quello di tutti gli esseri viventi.


Liberiamo questo Leone che vuole ruggire mostrando il suo immenso cuore.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page