top of page

LILITH SI UNISCE A VENERE IN LEONE – LE DUE PARTI DELL'UNO

Quando sento parlare di Lilith ancora come un demone terrificante e malefico, comprendo sempre più gli effetti della manipolazione culturale avvenuta nei secoli e nei millenni da un potere patriarcale che ha sempre saputo di non aver altra possibilità di fronte alla Potenza del Potere di Connessione del Femminile se non la forza, la repressione e la costrizione.


Aver trasformato una figura libera, sapiente, potente al pari di Dio (come si fa accenno nei testi ebraici dove è scritto che era l'unica a conoscere il suo Nome indipendente, selvaggia e forte come Lilith in un mostro è stata una mossa molto abile ed efficace per spaventare le persone e mantenerle sottomesse al loro potere.


Quello che mi stupisce è l'atteggiamento e le parole di alcune persone che si definiscono sapienti di energia, poteri invisibili, astrologia e via dicendo, che la considerano ancora un diavolo nero.


Lilith non è un pianeta identificato con la materia che possiamo individuare fisicamente nel firmamento; è un punto che indica la proiezione dell'ombra della Luna sul piano dell'Ellisse. In pratica un calcolo, come altri simboli considerati in Astrologia.


Io metterei l'accento sull'importanza della sua rappresentazione simbolica per rappresentare la Nostra Ombra piuttosto che sulla sua presenza materiale nel cielo.


In fondo ad oggi tutta l'interpretazione astrologica è simbolica in quanto a causa della precessione degli equinozi le costellazioni visibili nel cielo non corrispondono esattamente a quelle rappresentate dalle previsioni astrologiche.


Pur esistendo però questo limite e crepa con il cielo reale, vi assicuro che la rappresentazione astrologica dei pianeti rappresenta esattamente le dinamiche da noi vissute ed ha la sua potente risonanza.


Mai come ora siamo in grado di comprendere l'importanza che la nostra Parte Ombra ha nella nostra Vita e di come sia importante, anzi assolutamente necessario, integrarla per poter realizzare il nostro cammino.


E così capiamo che la Lilith ribelle e rabbiosa si può placare e integrare nella nostra vita e che in seguito a questo (tramite pratiche rituali) abbiamo la possibilità concreta di accorgerci dei cambiamenti nelle nostre dinamiche quotidiane, a seconda del significato di cui parla Lilith nella posizione specifica nel nostro Tema Natale.


Oggi l'incontro è tra due forme di Passione: quella pacifica, serena e positiva rappresentata da Venere e quella rabbiosa, aggressiva e distorta, se non a volte distruttiva, rappresentata da una Lilith che ancora deve essere integrata e pacificata.


Quest'ultima risulta molto potente e forte e può avere la meglio su una Venere più tranquilla e meno aggressiva. Entrambe si trovano al grado 19° del Leone, in Trigono a Kirone in Ariete.


Il grido di Lilith è molto forte acquisisce potenza dalle ferite karmiche e dalle energie uraniane in quadratura dal Toro che vogliono portarci al cambiamento verso il futuro.


Venere può accompagnare Lilith con la sua dolcezza e presenza forte dal Leone a vedere le cose in maniera diversa e soprattutto a dare la prova che esiste un altro modo di esistere, di amare, di combattere senza dover distruggere. L'equilibrio e la pace interiore di cui dobbiamo prendere consapevolezza ci aiuteranno a gestire la potente energia di Lilith.


Come salire su un cavallo purosangue non domato: tempo due secondi ci avrà sicuramente disarcionati. E allora lui è un mostro per questo? NO! Occorre fargli capire che può esistere senza rabbia, godendosi la vita in condivisione con l'altro e guarendo le proprie ferite.


Le due forme di Passione ci aiuteranno ancor di più a comprendere chi siamo e ad imparare a gestire il nostro potere senza distruggere noi stessi e gli altri.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page