top of page

LUNA CONGIUNTA A VENERE IN BILANCIA

E' ancora fresco il passaggio della Dea Venere in Bilancia ma già ci da indicazione precisa del suo intento.


Il passaggio veloce della Luna le vedrà in uno splendido abbraccio, quando entrambe raggiungeranno 1°7' della Bilancia.


Nel frattempo, ad altre latitudini, il Sole in Scorpione forma un Quinconce esatto a 16° con Kirone R in Ariete. Elementi: Acqua/Fuoco = “dalla gestazione dell'acqua alla nascita del Fuoco e dell'Ariete in particolare”.


Il dono di creazione della vita è sollecitato per entrare in azione con tutta la sua potenza.


La Terra generatrice e madre sostiene il processo con il sestile di Mercurio in Scorpione a 28° e Plutone in Capricorno anch'egli a 28°, con il sostegno, pur lontano, dei pianeti in Toro, Giove R e Urano R, che apportano la forza tellurica per ribaltare le cose e fargli prendere la giusta direzione.


Lilith in Vergine, da un angolo in silenzio, partecipa con la sua energia affinché riusciamo finalmente a mettere l'ordine giusto.


Cosa deve nascere?


Una nuova Visione di noi, un nuovo approccio per non evitare più e tuffarci a pieno nei flussi della nostra esistenza.


Nettuno in Pesci ce lo sussurra da tempo e la sua retrogradazione esprime la sua sofferenza nel vedere che noi umani facciamo così fatica a cambiare le cose anche se sarebbe un miglioramento per noi stessi, ma ancora non siamo in grado di capire.


Di cosa abbiamo paura? Plutone ha portato a termine il suo compito in Capricorno ed ora, prima di traslocare ed iniziare una nuova fase e avventura, apporta il suo dono più prezioso, il tesoro nascosto in noi nel profondo: il Potere Personale.


Quando noi procediamo seguendo i passi necessari e giusti fissiamo le basi affinché tutto proceda secondo i piani cosmici, in armonia con l'Universo e non dobbiamo assolutamente aver paura.


Tutto procede come deve ed è perfetto così.


Qualche giorno fa una cara amica ha condiviso con me la scomparsa della sua nonna centenaria. E' chiaro che nel momento della dipartita siamo tristi ma come possiamo opporci a tutto questo? Non è crudele, è solo naturale. La sua progenitrice ha solo terminato il lungo compito qui ed ora può andare nella luce e noi possiamo esserle grati e felici per lei che continuerà ad esserci in altra forma.


Certo il dispiacere è naturale ma poi rimangono solo i ricordi belli e dolci che ci accompagneranno lungo il cammino e ci daranno forza, consapevolezza, appartenenza.


E' tutto perfetto così.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

댓글


bottom of page