top of page

LUNA SIMBOLO DI AMORE

Oggi la Luna sarà protagonista del nostro Cielo. I suoi passaggi sono sempre veloci ma d'effetto, giacché rappresenta tutto il nostro mondo emozionale interiore.


In questi 2 giorni viaggia nel segno dei Pesci, nelle acque purissime dell'oceano infinito, tra le onde magiche del nostro sentire.


La caratteristica che viene particolarmente accentuata è l'empatia, il commuoversi ed essere toccati dalle emozioni degli altri che viviamo come nostre.


Me ne sono accorta quando, ascoltando una delle canzoni di Sanremo ieri, ho pianto sentendo il passaggio del flusso d'amore che c'era tra la figlia ed il padre Mango, un pianto che è esploso ogni volta che l'ho sentita ed è stato più di una volta. Mi sono stupita io stessa perché è accaduto anche quando sapevo già cosa sarebbe accaduto......?!!!


Naturalmente vibriamo particolarmente di fronte ad emozioni che sono più vicine a noi e ai nostri vissuti; a me ha fatto ripensare a mio padre morto ormai da tanti anni, eppure....sono uscite lacrime intense che non riuscivo a fermare e che ormai non sono più così frequenti dopo tanto tempo.


La Luna in Pesci porta sensibilità, attenzione e cura alle percezioni, ai sogni, ai dialoghi con i mondi invisibili e con il Mondo dello Spirito, cioè di coloro che sono nell'aldilà.


Oggi nel suo viaggio Luna incontra in congiunzione Saturno a 7° e Lilith in opposizione in Vergine a 14°.


Saturno sta apportando ai Pesci un aiuto fondamentale che servirà per i prossimi passi: il consolidamento della nostra essenza, della nostra persona, della nostra struttura, affinché non cada nelle future tempeste della vita.


Lilith sta riportando ordine ai piani alti dei mondi sottili, all'Ordine dell'amore, fornendoci la giusta crisi per osservare il “dentro” e superare i blocchi che ci separano dal NON – AMORE.


Il creato è qui, siamo noi, sono gli altri, le piante, gli animali, le rocce, la Terra, tutto.


Ieri è iniziato l'anno del Drago secondo il capodanno cinese.


Cito Morena Luciani Russo, sciamana e antropologa con la quale da anni faccio un percorso di formazione e crescita, che proprio ieri ha scritto in un suo post FB:

Le Madri Antiche venivano spesso rappresentate in forma di serpentesse-draghesse e onorate per tutti i tesori e la conoscenza che potevano elargire,.... Ci hanno fatto credere per millenni che bisognava “uccidere il drago” per giungere alle forze più alte e dominare la parte istintuale, così abbiamo sacrificato la parte più bella di noi e abbiamo perso il potere di comunicare con le creature della Terra e del Cosmo.

Dobbiamo tanto ai draghi, è attraverso di loro che possiamo sviluppare una coscienza più grande, riappropriarci del potere dell’immaginazione, reimparare a usare il nostro fuoco creativo in alleanza con la natura...”

 

E cito ancora la mia amica di viaggio, astrologa, Anna di Luna che ieri scriveva così sul Capodanno Tibetano del Drago di legno iniziato ieri:

In questo momento MERCURIO in Aquario è congiunto a HERMES.

La Mente che esplora sta sulla soglia tra Cielo e Terra e Mondo sotterraneo e ci permette di accogliere vibrazioni che aprono la VISIONE.

Oggi inizia il Losar, i 15 giorni più potenti dell’anno, nei quali ricordiamo i miracoli compiuti dal Buddha per generare in noi devozione e connessione con gli insegnamenti.

Ogni beneficio della pratica meditativa e della preghiera in questi giorni risuona potente attraverso il tempo e lo spazio....”.


Proseguiamo il nostro viaggio, poniamo l'attenzione ai nostri poteri di connessione con l'Amore Divino e con il Tutto di cui siamo particella indispensabile di Vita.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page