• Liana Celesti

LUNA NUOVA IN BILANCIA: LA TRASFORMAZIONE INTERIORE

Tutto cambia, nulla rimane immutato.


Il giorno 25 settembre alle ore 23,54 ora della Capitale, la Luna si Congiunge al Sole nel Segno della Bilancia in compagnia di Venere e Mercurio retrogrado in Vergine.


Questo aspetto già ci può far riflettere a lungo; Sole, Luna e Mercurio R. dalla IV casa, aggiungono un'opposizione a Giove retrogrado in Ariete, mentre Mercurio R. e Venere si oppongono dalla IV casa a Nettuno retrogrado in Pesci in X.


Grande concentrazione di elementi e di energie....ma perché?

Cosa ci vogliono dire?


Sole e Luna ci portano l'energia di trasmutazione di tutto ciò che ora, nel principio dell'Autunno e con l'avvicinarsi della stagione di buio ha bisogno di trovare nuovi equilibri, nuove frequenze, nuove vie di manifestazione.


Il lavoro di preparazione alla stagione dormiente dell'autunno/inverno, dove è necessario ricompattare le nostre energie, le nostre passioni e desideri, di cui ho parlato nel mio articolo precedente relativo all' EQUINOZIO D'AUTUNNO (QUI trovi il link https://www.isegretidelcielo.it/post/equinozio-d-autunno-dare-spazio-al-nuovo ), continua nel passaggio due giorni dopo, in una energia in cui bisogna imparare a trovare il modo sapiente e maturo di gestire le proprie pulsioni e i propri istinti.


Il viaggio percorso in quest'ultimo anno ci ha portato ad affrontare molte prove, più o meno intense, a seconda dei momenti e delle capacità delle persone. Ora continua, perché IL VIAGGIO non si ferma mai, ma assume e necessita di una forma nuova.


Non possiamo più affrontare le dinamiche degli eventi con la stessa forza e intensità in cui abbiamo affrontato le fatiche dei mesi scorsi.


Il tempo ora cambia, porta al silenzio, al riposo, alla metodicità, richiede di valutare diversamente il peso delle cose che accadono e di affrontarle in modo più distaccato e imparziale, senza perdere il senso della giustizia e dell'armonia.


La coscienza ha incamerato tantissime acquisizioni fin qui e ora Lilith in Cancro sestile a Urano retrogrado in Toro, ci chiede di superare le insicurezze che ci hanno sempre fatto sentire inadeguati, meno degli altri, incapaci, e che ci hanno sempre fatto reagire.


La rabbia (Lilith) che da sempre ha manifestato il NOI ribelle che non vuole sottostare a soprusi ingiusti, ora sa che contiene la forza per ESSERE senza dover dimostrare per forza chi è.


I pianeti lenti (Urano, Nettuno e Plutone) tutti ancora in retrogradazione, ci ricordano che l'impegno non è terminato, e ci porterà ancora di fronte a difficoltà antiche da lasciar andare...ma questo è proprio il punto. Ora possiamo farlo. Finalmente possiamo arrenderci al fatto che non si può sempre stare sul piede di guerra e lottare, ma che a volte, invece, ci si può lasciar andare e godere delle cose piccole della vita, che altrimenti ci sfuggono e non tornano più facendoci assaporare l'importanza delle relazioni e degli affetti, a discapito di una lotta continua ed estenuante.


Siamo esseri fragili, fatti di carne e pieni di difetti, capaci di resistere agli attacchi della vita.


E se fosse che dobbiamo lasciar andare? Se dovessimo imparare a stare nella semplicità del Poco? Se dovessimo in alcuni momenti smettere di controllare, lottare e resistere e lasciare che la vita accada dolcemente e a volte tristemente?


La paura, la malinconia, la tristezza, ci terrorizzano; oggi quasi tutti facciamo fatica a sentire il vuoto perché ci rimbomba nelle orecchie.


La vita è fatta anche di silenzi, di solitudini, di buio, di momenti di malinconia, di addii e di ricordi che ci aiutano ad assaporare il gusto del legame con la vita e con gli altri, dell'amore provato per altre creature, umane e non, per luoghi e storie che hanno fatto parte della nostra vita e che, anche se forse non torneranno più, faranno parte di noi e del nostro bagaglio per sempre.


Siamo e saremo Soli con noi stessi, sempre, ed è importante imparare a stare e a sentire quel cuore che batte, che soffre e che prova emozioni, a volte così intense da togliere il respiro.


Solo quando il seme rimane lì, nel sottosuolo, e si lascia smembrare può davvero rinascere in un nuovo fiore nella stagione della nuova primavera.


Il mio Maestro di Meditazione ci insegnava che NULLA E' PER SEMPRE E TUTTO E' IMPERMANENTE.


Eppure ieri, visitando il Museo Archeologico della città in cui vivo, ho osservato come alcune cose, rimangono lì per sempre, a ricordare il tempo che fu e tutta una serie di persone che pur senza volto, hanno lasciato una traccia importante nella storia e ci hanno portato ad essere quelli che siamo oggi.


Tutto ACCADE al di sopra di NOI e Noi possiamo solo RINGRAZIARE per esistere QUI e ORA.

L'Energia che ci guida fino alla fine di settembre ci porterà ad incontrare il Potere degli Arcangeli e la loro simbologia, che evidenzierà il percorso tracciato interiormente. Ne parleremo nei prossimi giorni.


Anche per questa Luna Nuova, invierò agli iscritti al mio sito www.isegretidelcielo.it, un Rito Energetico che ci aiuta a sbloccare le energie dagli irretimenti del passato e a fluire armoniosamente con il flusso della Vita.


“..e quindi uscimmo a riveder le stelle..”


Liana – www.isegretidelcielo.it


64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti